Giuria Documentari

TSN XV Edizione 2022

Gianfranco Pannone

Direttore Artistico Documentari

Gianfranco Pannone (Napoli 1963) vive e lavora a Roma, dove si è laureato nel 1988 in Storia e critica del cinema all’Università La Sapienza di Roma e nel 1990 in regia al Csc - Centro Sperimentale di Cinematografia. I suoi film documentari gli sono valsi partecipazioni e riconoscimenti in molti festival italiani e internazionali, oltre che la messa in onda sulle principali televisioni europee. E’ docente e coordinatore di regia presso il Master di Cinema e Televisione dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e titolare del Laboratorio di Cinema documentario al Dams dell’Università degli Studi Roma Tre. Collabora inoltre come docente di regia al Csc – Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e Palermo.

Filmografia: tra le sue opere, negli anni 90, Piccola America, Lettere dall’America e L’America a Roma (che compongono la Trilogia dell’America), Latina/Littoria (2001, miglior film documentario al Torino FF), Io che amo solo te (2004). E poi Il sol dell’avvenire (2008), ma che Storia… (2010), Sul vulcano (2014), L’esercito più piccolo del mondo (2015), Lascia stare i santi (2016) Mondo Za (2017), Scherza con i fanti (2019). Due volte finalista ai David di Donatello, vanta tra gli ultimi riconoscimenti un Nastro d’argento speciale (2017), il Premio Mario Gallo (2018), il Premio Siae “Talento creativo” (2019), il Premio alla carriera al Festival Visioni dal mondo, Milano (2019).​

PRESIDENTE DI GIURIA

Eric Jozsef

Eric Jozsef è corrispondente in Italia del quotidiano francese Libération e dalla radio pubblica svizzera Rts. Collabora anche con varie testate italiane. Per Arte, canale culturale franco-tedesco a vocazione europea, ha realizzato i documentari: Gene(s)rations, dedicato agli avvenimenti del 2001 a Genova durante il G8 (al quale ha partecipato come inviato) e Halte à la Mafia. Dal 2002-2004 è stato presidente dell'Associazione della Stampa Estera. Ha pubblicato Main basse sur l'Italie, la résistible ascension de Silvio Berlusconi (Edizioni Grasset, 2001) e Les années Cavaliere, de Berlusconi à Berlusconi (Edizioni Du Cygne, 2008).

GIURIA

Erika Manoni

 

Laureata con Lode in Storia e Critica del Cinema presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Siena. Consegue un Master in Comunicazione e Gestione delle Risorse Umane alla Fondazione Italiana Gestalt. Per alcuni anni si dedica allo studio della musica Jazz frequentando corsi di specializzazione nazionali ed internazionali. Frequenta i corsi di composizione, musica per film, tenuti presso l’Accademia Chigiana di Siena, da Ennio Morricone. Nel 1995 è a Roma come assistente al montaggio di Pietro Scalia, premio Oscar per JFK di Oliver Stone, nel film di Bernardo Bertolucci, Io ballo da sola. Dal 1996 è montatrice di lungometraggi e film documentari, selezionati nei maggiori festival internazionali. Nel 2002 firma la regia del documentario I graffiti della mente vincitore di vari premi in festival nazionali ed internazionali. Nel 2001 è co-fondatrice della società di produzione cinematografica BLUE FILM di Roma. Ha lavorato nello staff di montaggio del film Biutiful di Alejandro Gonzalez Iñárritu, Sezione ufficiale Cannes Film Festival 2010, collaborando con Stephen Mirrione premio Oscar per Traffic di Steven Soderbergh. Dal 2011 è insegnante certificata per Avid Technology e dallo stesso anno è docente di Montaggio all'Istituto Tecnico Superiore per le Tecnologie della Comunicazione e dell'Informazione Roberto Rossellini di Roma e all'Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini. Dal 2015 è docente di Montaggio alla Scuola d'Arte Cinematografica Gian Maria Volonté di Roma.

GIURIA

Bernardo Petralia

Nato a Palermo nel 1953. Magistrato. E’ stato giudice e pubblico ministero e ha ricoperto pressoché tutti i gradi della carriera. Eletto nel decennio scorso al Consiglio Superiore della Magistratura oggi è Capo Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria. Ha collaborato con varie Università, Scuole di Specializzazioni Professioni Legali, Scuole di Polizia e Forensi; ha sempre coniugato la funzione giudiziaria con la ricerca e la teorizzazione. Appassionato di musica jazz e di cinema, collabora con blog e riviste con recensioni di film e altro.