Cortometraggi Premiati

XVII Festival TSN - Premi e motivazioni

Miglior Corto COLORCARNE

regia di Alberto Marchiori

Un’opera solida che dimostra una grande competenza di maneggiare con cura sia il materiale di sceneggiatura, che la direzione degli attori, con la capacità di proporre una regia matura, ricercata e mai banale, nonché con l’abilità di creare le atmosfere giuste di un film di non facile equilibrio, suggerendo emozioni che rimangono in bilico facendo riflettere lo spettatore su un problema sempre attualissimo del nostro pianeta che è quello esplicitato fin dal titolo cioè il colore della nostra pelle, il colore della nostra carne: un problema che viene affrontato con un punto di vista moderno e uno sguardo intergenerazionale.

Premio Sorriso Rai Cinema Channel sezione Cortometraggi A PIEDI NUDI

regia di Luca Esposito con 9693 visualizzazioni

Visualizza

Premio Sorriso Giuria Cinema Spettacolo e Terzo Settore sezione Cortometraggi a A CENA CON DELIVERY

regia di Daniele Catini

Visualizza

Miglior Opera per la TV A CENA CON DELIVERY

regia di Daniele Catini

Visualizza

L’incontro tra due generazioni che in maniera fresca ma sensibile ci parla della solitudine attraverso i valori dell’empatia, dell’altruismo e della condivisione. Un racconto semplice ma originale, che con un linguaggio leggero è capace di raccontare una storia non proprio giovanile, ma comunque universale, lasciando un sorriso ed uno spunto di riflessione.

Migliore Attrice Ex Aequo Lucia Batassa per A CENA CON DELIVERY

regia di Daniele Catini

Visualizza

Per essersi calata perfettamente nei panni di Nunzia, facendo sue le paure, le difficoltà, le ansie che il personaggio vive quotidianamente. Per aver saputo regalare forti emozioni allo spettatore, servendosi di semplici sguardi e piccoli gesti, elementi chiave assolutamente efficaci e coerenti con la visione narrativa e stilistica dell’opera.

Miglior Fotografia Gianni Mammolotti per ALDILÀ DEL MARE

regia di Massimo Ivan Falsetta

Visualizza

Un ottimo lavoro che dimostra la capacità del direttore della fotografia di far vivere con la luce l'atmosfera mai banale della storia, accentuando la drammaticità del racconto. 

Migliori Musiche a Diego Guarnieri per ANIMA

regia di Anrea Baglio

Visualizza

Anima è un corto dove si parla della pulizia etnica operata dagli Jugoslavi, eventi di cui se ne è parlato poco in tutti questi anni. Una grande tragedia italiana dove era facile nel commento musicale cadere nel manierismo. Ma il compositore, DIEGO GUARNERI, con poche note e l'uso dei riverberi sugli strumenti, è riuscito a creare quelle ombre di suono che ci hanno portato ai ricordi della donna del treno. Un commento musicale che, sebbene presente, non ha scavalcato le voci dei protagonisti dando un senso di tragedia alle parole e alla storia.

Miglior Sorriso Nascente BLACK SEED

regia di Amirhoman Khosravani

Visualizza

Il cortometraggio si è distinto per aver raccontato la storia mettendo lo spettatore nella prospettiva di un bambino, ai cui occhi le miserie dei grandi risultano ridicole. Il regista ha dato prova di avere una visione cinematografica originale e ottime capacità di messa in scena, soprattutto attraverso un sapiente utilizzo del tono che spazia agilmente dal dramma alla commedia nera, valorizzando appieno il cast corale.

Miglior Regia COLORCARNE

regia di Alberto Marchiori

Visualizza

Per aver guidato lo spettatore in un viaggio toccante attraverso uno sguardo delicato e preciso. La messa in scena sobria ed essenziale valorizza le splendide interpretazioni delle protagoniste e riesce a trattare il tema del razzismo, con un inusuale punto di vista che risulta un controcampo, riuscendo ad emozionare senza mai essere retorico. 

Miglior Interprete Young Raabi Maria Ndiaye per COLORCARNE

regia di Alberto Marchiori

Visualizza

Per la verità portata con naturalezza sullo schermo e la capacità di emozionare raccontando con gli occhi il momento in cui si scopre la crudeltà del mondo. Un’interpretazione convincente e misurata che rivela un talento naturale.

Miglior Sceneggiatura a PROVA D'AMORE

regia di Denis Nazzari

Visualizza

Scritto insieme da Denis Nazzari, Fabio Mureddu, Alessandro Haber, per avere raccontato tramite immagini semplici ed evocative la quotidianità della sua compagna affetta da disabilità motoria e costretta sulla sedia a rotelle scandagliando il rischioso concetto di normalità di cui tutti parlano, ma nessuno sa cosa sia realmente. In pochi minuti, con pochi passaggi necessari, mai autocelebrativi, riesce a farci assorbire tutta la disperazione dei due protagonisti.

Miglior Attore Antonio Catania per TRACCE PERDUTE

regia di Gianluca Gloria

Visualizza

La fragilità non ha bisogno di spettacolarizzazione. Antonio Catania racconta un’intera vita attraverso gli sguardi, la gentilezza dei gesti e il peso dei silenzi. La storia che mette in scena è un inno umano dedicato al saper lasciare andare, alla forza di rimanere e all’importanza di esserci.

Migliore Attrice Ex Aequo Silvia D’Amico per TRACCE PERDUTE

regia di Gianluca Gloria

Visualizza

Con la sua interpretazione magistrale Silvia D’Amico mette in scena con attenzione un tema delicatissimo, senza mai cadere nel banale e non rinunciando mai alla verità. Con grazia commovente ci mostra la difficoltà legata all’importanza di restare quando l’altra persona sta andando via.