Cortometraggi in nomination Premiati

XVII Festival TSN - Premi e motivazioni

Miglior Corto d’Animazione NONNO MATTEO

regia di Fabio Teriaca e Juan Pablo Etcheverry

Visualizza

Per aver toccato il tema del legame prezioso tra nonno e nipote. Attraverso l’arte dell’animazione, accompagnata da una musica coinvolgente, si dà vita a una storia affascinante e commovente. Con uno sguardo penetrante, quanto discreto, gli autori hanno saputo raccontare la solitudine di una bambina, la sua sensibilità capace di inventarsi, rimanendo sempre legata al ricordo e alla tradizione. Alla base c’è una forte reciprocità e un fortissimo legame trasmesso attraverso un percorso tra i ricordi di nonno e nipote, magistralmente presentato.

Premio Shortissimi TLV Web NO NAME

regia di Silvia Estella Ondina Sanna

Visualizza

Breve e toccante film che denuncia in modo spietato l’imbarbarimento delle società moderne che vedono nell’altro non più un essere umano ma una seccatura della quale si fa volentieri a meno, un danno collaterale da mettere in conto e andare oltre senza voltarsi indietro. Una narrazione chiara, efficace che arriva dritta all’animo dello spettatore.

Menzione Speciale IL FUTURO DI GAIA

regia collettiva, responsabile scientifico Antonio Musci

Visualizza

Per l’impegno e l’attenzione dei bambini coinvolti nel film verso il mondo attuale, per sollecitare gli adulti ad occuparsi seriamente della sopravvivenza del pianeta e del loro futuro.  

Miglior Corto Straniero THE THIRTEENTH YEAR

regia di Samad Alizadeh

Visualizza

Per aver trasmesso con tinte di impressionante vividezza lo slancio di ribellione di una giovane ragazza che, con l’abbandono dell’infanzia, si affaccia alla maturità solo per trovarsi derubata di gioie e svaghi a cui prima aveva diritto. Il suo dramma è rappresentato da una regia magistrale e dalla notevole prova attoriale della protagonista, capace di comunicare una furia che nulla ha del capriccio di un bambino.

Premio Sorriso Tulipani Fuoriclasse – Talenti In Erba LEI

regia di Edoardo Tagliavini

Visualizza

Per aver saputo mettere in scena una situazione di disagio complesso e toccante. Un’opera di grande impatto, ricca di tensione che si apre a molteplici chiavi di lettura. Ottima la regia e la recitazione. Con grande maestria, inquadratura dopo inquadratura, l’effetto tensione diventa incalzante, donando allo spettatore quella sensazione di ossessione e disagio che abita nella mente della protagonista. Noi studenti abbiamo apprezzato siffatto delicatissimo tema per le pochissime parole e per aver saputo raccontare con la sola forza delle immagini e della musica (che padroneggia nel cortometraggio) il significato emotivo e conflittuale vissuto dalla protagonista.

Premio Sorriso Tulipani Fuoriclasse – Talenti In Erba L’INCONTRO

regia di Erik Montalbano

Visualizza

Per aver saputo realizzare con grande capacità tecnica un racconto toccante, una storia di amore padre-figlia, in cui si percepisce il disagio iniziale tra i due. Dove la figlia forte, se pur nella sua fragilità, rappresenta l’energia, la voglia di vivere ed è questa voglia che aiuta a valicare ogni ostacolo. La storia di questo cortometraggio è risultata molto emozionante, brillante ed appassionante per noi studenti, indimenticabile ed apprezzata è stata la scena finale dell’abbraccio con suo padre davanti al mare simbolo di rinnovata felicità e rinascita.